monte meru tanzania africa

Parco Nazionale di Arusha

È il parco nazionale più vicino alla città di Arusha, la capitale dei safari a nord della Tanzania; il parco nazionale di Arusha è, sotto vari aspetti, un gioiello.
Spesso è trascurato da coloro che partecipano ai safari, nonostante offra l'opportunità di esplorare incantevoli habitat diversi, visitabili in poche ore.

Il piccolo parco include pendii, cime e le pareti del cono vulcanico del monte Meru, il lago Momella, il cratere del Ngurdoto e gli altipiani coperti da rigogliose foreste che ricoprono i suoi pendii più bassi.

I laghi ospitano una ricca selezione di uccelli acquatici residenti e migranti, e anche i cobo che mostrano le loro grandi corna a forma di lira sulle fronde acquose.
Le giraffe passeggiano sulle colline erbose, tra branchi di zebre al pascolo, mentre coppie di dik-dik dagli occhi spalancati guizzano nei cespugli come fossero lepri troppo cresciute.
Anche se gli elefanti sono rari nel Parco Nazionale di Arusha e i leoni sono del tutto assenti, leopardi e iene maculate possono essere visti sgattaiolare intorno al mattino presto e nel tardo pomeriggio.

Gli animali attorno al lago Momella vivono tranquilli e i visitatori che passano attraverso la foresta si fermano per osservare gruppi di scimmie Colobine che giocano tra le chiome degli alberi.

Le peculiarità del Parco Nazionale di Arusha:

  • potete trovare al suo interno una ricchissima varietà di flora e fauna;
  • il nome Arusha deriva dalla tribù Wa-Arusha che vive in questa zona;
  • dal 1967 è conosciuta come Parco Nazionale del Cratere Ngurdoto.

Vi sono tre zone distinte che differiscono tra di loro per bellezza e varietà.

Il lago Momella:

  • il lago è poco profondo e le sue acque sono alcaline dato che viene alimentato da un fiume sotterraneo;
  • tra aprile ed ottobre si possono osservare un centinaio di fenicotteri rosa che migrano verso quelle zone;
  • ha delle tonalità e sfumature diverse da qualsiasi altro lago.

Il Cratere Ngurdoto:

  • chiamato anche "mini-Ngorongoro" ed ha un diametro di 3 km;
  • scendendo lungo il cratere si può trovare una moltitudine di animali selvatici in una lussureggiante vegetazione;
  • dall'estremità del cratere potrete godere di una vista meravigliosa.

Monte Meru:

  • è il secondo picco più alto della Tanzania, raggiunge i 4.566 metri ed è secondo solo al Kilimanjaro;
  • è circondato dalla savana e coperto in parte di foresta, sulle sue pendici vivono molti animali selvatici, incluse quattrocento specie di uccelli, scimmie e leopardi;
  • dal parco di Arusha è possibile vedere anche il Kilimanjaro.

Cosa Fare

Birding safari (birdwatching), turismo culturale (viaggi nei villaggi Masaai), scalata, safari a piedi, safari nella natura selvaggia, campeggio, safari di lusso, matrimonio durante un safari.

Posizione

Il parco si sviluppa su un'area di 137 km², la sua altezza parte dai 1500 metri sul livello del mare fino a 4500 metri sulla sommità del monte Meru.
Non è molto lontano dal confine col Kenya e dista 21 km dalla città di Arusha.

Come Arrivare

Si trova a circa 60 km dall'aeroporto internazionale del Kilimanjaro.
I laghi, la foresta e il cratere di Ngurdoto possono essere visitati nel corso di una gita di mezza giornata all'inizio o alla fine di un lungo safari settentrionale.

Quando Andare

Il clima è temperato durante tutto l'anno.
Ci sono due stagioni umide: da novembre a dicembre (stagione delle Piccole Piogge) e da marzo a maggio (stagione delle Grandi Piogge), mentre i mesi più secchi vanno da agosto ad ottobre.
Il periodo migliore per visitare il Parco è tra luglio e marzo, mentre il migliore per scalare il monte Meru è tra giugno e febbraio.

Dove Alloggiare

Ci sono vari lodge, soprattutto attorno al monte Meru.

Per scoprire le bellezze del Parco vai alla Gallery