parco nazionale mkomazi tanzania africa

Parco Nazionale di Mkomazi

Fa parte di un'area protetta per la tutela dei movimenti migratori degli elefanti, degli orici e delle zebre.
Il suo nome deriva dalle parole mwiko "cucchiaio di legno" e mazi "acqua", l'unione dovrebbe dare l'idea della scarsità di acqua della zona.

Mkomazi è l'unico parco della Tanzania dove esistono sette laghetti artificiali creati per aumentare considerevolmente la quantità di acqua a disposizione della fauna selvatica.

Il Parco è caratterizzato da una vegetazione di semi-savana, con erbe e arbusti, antichi baobab e colline rocciose isolate.
La distesa di cespugli cede gradualmente il passo alle praterie, intervallate da alberi di acacia e valli erbose poco incise.
La maggior parte del parco è occupata da pascoli, alcuni dei quali, durante la stagione delle pogge, si trasformano in paludi. L'area di savana secca è in netto contrasto con le zone limitrofe, le colline Pare e Usambara, dove il terreno è ricoperto da vegetazione lussureggiante tipica da foresta pluviale.
Il parco abitato dai "big five": elefante, rinoceronte nero, bufalo, leone e leopardo.
La zona è ricca di branchi di giraffe, zebre, antilopi alcine, gnu, facoceri e altri predatori come il ghepardo e il licaone. Inoltre possono essere avvistati in quantità anche lo sciacallo, iene e molti altri animali.

A Mkomazi vivono alcune specie che sono considerate rare: l'Orice con corna molto belle e lunghe, il Kudu minore con le caratteristiche corna a spirale.

Il parco costituisce una destinazione ideale per gli amanti dell'ornitologia, dato che ospita oltre 450 specie di uccelli, come la faraona vulturina e grandi specie terricole come lo struzzo, l'otarda di Kori, il serpentario, il bucorvo cafro, cormorani, pellicani, fenicotteri, martin pescatore, trampolieri, anatre, l'aquila della steppa, l'aquila di Wahlberg e tantissime altre.

Nel parco di Mkomazi si può osservare una vasta gamma di rettili locali: pitoni e varie specie di serpenti, lucertole del genere Agama e altre. Nel fiume Umba vive una popolazione di coccodrilli

Cosa Fare

Birding safari (birdwatching), escursioni in mountain bike, safari nella natura selvaggia, campeggio.

Posizione

Si trova nel nord-est del paese, al confine con il Kenya e occupa dei terreni nelle province di Kilimanjaro e Tanga.
Il parco occupa una superficie totale di 3.245 km² con una topografia variata e un'altitudine che passa da 230 a 1.620 m.
L'ingresso Zange si trova a 112 km da Moshi, a 120 km dal parco nazionale del Kilimanjaro.

Come Arrivare

Mkomazi è facilmente accessibile da Same, che si trova sulla strada principale che collega Arusha a Dar es Salaam.
Il Parco è anche facilmente accessibile, su accordo, attraverso le porte Njiro, Kivingo e Umba. Il parco può anche essere facilmente accessibile dalle vicine attrazioni turistiche nelle montagne dell'arco orientale, la costa e il monte Kilimanjaro.
Voli charter sono disponibili per la pista di atterraggio di Kisima.

Quando Andare

Il clima di Mkomazi è caratterizzato da due stagioni: secca e piovosa.
Il periodo migliore per l'osservazione dei grandi mammiferi e degli uccelli quello tra la fine di giugno e l'inizio di settembre.

Dove Alloggiare

C'è un campo tendato semipermanente vicino al quartier generale del parco.
Ci sono pochi campeggi, dove campeggiare coi propri attrezzi e cibo.
Ci sono diversi piccoli alberghi e pensioni nella stessa città.

Per scoprire le bellezze del Parco vai alla Gallery