parco nazionale ruaha tanzania africa

Parco Nazionale di Ruaha

È il primo parco naturale della Tanzania per estensione.
Il parco trae il proprio nome dal fiume Great Ruaha, che costituisce il confine orientale del parco, il cui corso è al suo apice durante il periodo delle piogge, mentre durante la stagione secca è famoso per le sue spettacolari gole.
Le strade seguono il corso del fiume Ruaha ed i suoi affluenti "stagionali", qui durante la stagione secca è possibile incontrare varie specie di antilopi che vanno abbeverarsi lungo la riva.
Il parco ospita tutti i rappresentanti della fauna selvaggia africana: elefanti, bufali, zebre, gnu, antilopi, giraffe, facoceri, scimmie e, naturalmente, leoni, leopardi, ghepardi, licaoni e iene.
Presso il fiume sono facilmente avvistabili numerosi esemplari di coccodrilli e ippopotami.
è possibile trovare un buon numero di rettili ed anfibi, come i serpenti (velenosi e non), varani, agama daudin e rane.
Il parco ospita oltre 450 specie diverse di volatili, alcuni dei quali non sono presenti in altre zone della Tanzania, tra cui il balbetto crestato, il cui cinguettio è un suono caratteristico del parco di Ruaha.

Nel parco c'è un'eccezionale varietà di specie di antilopi: questo grazie all'ambiente circostante, che passa dall'acacia, ed altre piante, che si trovano nell'Africa dell'est ai boschi di Miombo che sono originari dell'Africa del Sud.
Le gazzelle di Grant e i piccoli Kudu si spingono molto a sud, insieme all'antilope nera e all'antilope roana tipici abitanti delle foreste di miombo e una grossa mandria di Kudu maggiori, che sono il simbolo del parco e che si distinguono dalle altre specie per le loro bellissime corna a spirale.

Peculiarità del Parco Nazionale di Ruaha:

  • il fiume Ruaha, che esonda durante la stagione più umida, diventa durante la stagione secca (giugno/novembre), il centro di una vita animale molto attiva;
  • le sponde del fiume sono il terreno di caccia preferito di leoni, ghepardi, leopardi;
  • nel parco vivono circa 12.000 elefanti ed è possibile ammirare i licaoni, diventati ormai molto rari in Africa;
  • nel parco sono state identificate più di 1.600 specie diverse di piante, tra cui baobab e acacie;
  • visita del sito archeologico di Isimila, vicino Iringa, a 120 km dal parco, uno dei siti archeologici più importanti di tutta l'Africa.

Cosa Fare

Birding safari (birdwatching), safari in barca e canoa, safari a piedi, safari nella natura selvaggia, safari a basso costo (budget safaris), campeggio, safari di lusso.

Posizione

Copre una superficie di circa 10.000 km², situata nell'interno della Tanzania, a 130 km dalla città di Iringa.

Come Arrivare

Ci sono sia voli di linea che voli charter nel parco principalmente da Arusha, Dodoma, Kigoma e Dar es Salaam. Le piste di atterraggio del parco si trovano a Msembe e Jongomero.
Dista circa 130 km in auto dalla città di Iringa e 625 km dalla città di Dar es Salaam.
La strada del parco è percorribile tutto l'anno.

Quando Andare

Il periodo delle piogge va da marzo a maggio; in questi mesi è difficile accedere al parco in quanto le strade diventano impercorribili.
Il periodo migliore per andare va da giugno a febbraio; nei mesi attorno a Natale troviamo il periodo più secco e caldo.

Dove Alloggiare

All'interno del parco potete trovare:

  • Bandas turistici self catering
  • Campeggi speciali
  • Campeggi pubblici
  • Rest House (simili ai nostri B&B)
  • Ostello per gruppi scolastici
  • Cottage
  • Cottage familiare
  • Camera singola con salotto
  • Camera singola senza salotto

Strutture private all'interno del parco: campi tendati di lusso che operano nel parco.

Strutture private all'esterno dal parco: ci sono diverse strutture ricettive appena fuori dal parco.

Per scoprire le bellezze del Parco vai alla Gallery